Una cantina legata al territorio

La cantina, ideata da Luciano Ercolino per Vinosía e progettata dall’architetto Alessandro Di Blasi, realizzata nel comune di Paternopoli è fondata sulla convinzione che il vino resterà in larga misura legato al territorio di residenza, e risponde alla necessità di rafforzare un rapporto tra cultura vinicola e sostenibilità ambientale globale. Questa connessione, legata al crescente interesse per la nozione di “terroir”, è l’espressione centrale – secondo Luciano Ercolino – del rapporto tra il vino e la terra, cosí caro a Luigi Veronelli.

Cultura vinicola, tecnologia e sostenibilità

La cantina guarda al territorio non solo con la sua struttura, scavata nella collina, ma anche con l’attenzione prestata al territorio circostante, agli antichi vitigni ed ai luoghi unici dell’Irpinia. La cantina diventa così un elemento dinamico del paesaggio che non disdegna l’uso di tecnologie avanzate per il risparmio energetico, e per il trattamento dei rifiuti e delle emissioni di CO2 (risparmiando circa 60 tonnellate di CO2 all’anno).